La sala di casa Camuzzi a Lugano. Foto Fabrizio Cicconi

 

Sulle colline sopra Lugano c’è una villa che da sempre tutti chiamano castello. È casa Camuzzi, costruita a metà ottocento da una famosa famiglia di decoratori, autori di tutti i gessi e gli stucchi che ornano i palazzi di San Pietroburgo. L’architetto d’interni Francesca Neri se ne è innamorata al punto di comprarvi un grande appartamento, che ha ristrutturato completamente  per farne la sua casa di famiglia.

Camini, stucchi, soffitti affrescati sono stati restaurati e valorizzati, e con loro sono state mantenute tutte le tracce del tempo e della storia della casa: tubi a vista, vecchi pavimenti, archi e muri posticci. Come dice la proprietaria: «Più che un progetto, è stato un adattamento: una casa storica ha accolto il nostro stile di vita, riempiendosi dei nostri mobili e delle nostre cose. Questa casa è imperfetta e l’imperfezione è la sua vera bellezza».

Scoprite il servizio a pagina 112 di AD di marzo. Foto di Fabrizio Cicconi con un testo di Elena Dallorso.

The post Una villa romantica a Lugano è un elogio dell’imperfezione appeared first on AD Italia.

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.