Compasso d’Oro 2020
Compasso d’Oro 2020
Compasso d’Oro 2020
Compasso d’Oro 2020
Compasso d’Oro 2020
Compasso d’Oro 2020
Compasso d’Oro 2020
Compasso d’Oro 2020
Compasso d’Oro 2020
Compasso d’Oro 2020
Compasso d’Oro 2020
Compasso d’Oro 2020
Compasso d’Oro 2020
Compasso d’Oro 2020
Compasso d’Oro 2020
Compasso d’Oro 2020
Compasso d’Oro 2020
Compasso d’Oro 2020

Ci ha lasciati proprio oggi, giorno in cui è stato assegnato il Compasso d’oro 2020.
Un premio che Maria Cristina Mariani Dameno, coniugata Boeri, aveva conquistato nel 1979 con il divano “Strips, da lei pensato e disegnato alla fine degli anni Sessanta per Arflex, poi diventato icona del design industriale italiano.

Un’eleganza riconosciuta e riconoscibile in ogni sua creazione, dall’architettura al disegno, tutto ciò che porta il nome di Cini Boeri è stato studiato per essere funzionale, e rendere la massima ottimizzazione e valorizzazione degli spazi. Fin da subito sinonimo di avanguardia e innovazione, anche in tema sociale oltre che nel settore del design, la designer è stata una delle prime donne a laurearsi presso il Politecnico di Milano, nel 1951, e con questo a farsi portavoce di una vera e propria rivoluzione “al femminile”.

Poco dopo uno stage presso lo studio di Gio Ponti, inizia una lunga collaborazione con Marco Zanuso. Tra le sue opere più conosciute e celebri, la “Ghost Chair”, innovativa per materiale e forma: la sedia è completamente realizzata in vetro curvato ed ha uno spessore di soli 12 mm.

«Non avrei mai pensato di fare una poltrona in vetro… La mia iniziale diffidenza per un’idea che sembrava irreale fu superata dal desiderio/sfida di vedere se fosse possibile concretizzarla; e se Fiam sarebbe stata così brava da riuscire a realizzarla», dichiarò.

Cini Boeri ha sempre conferito fondamentale importanza alla dignità dell’essere umano, un tema oggi, ancora più attuale di sempre. Tra le sue grandi progettazioni, un set di mobili studiato per il carcere di Bollate – Milano, realizzato dai detenuti nel laboratorio: una scrivania, un tavolo, una mensola e un pannello. Confermando che oltre ad avere un grande talento, aveva anche un grandissimo cuore.

 

 

 

 

 

The post Compasso d’Oro 2020: i vincitori premiati nel nuovo ADI Design Museum appeared first on AD Italia.

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.