A causa del contesto pandemico, l’11 marzo il Berghain è stato costretto a chiudere i battenti lasciando migliaia di clubbers delusi. Una coppia di collezionisti tedeschi, Christian e Karen Boros, appassionati d’arte contemporanea, hanno avuto l’idea di investire in questa ex centrale elettrica e di sfruttarne gli straordinari volumi per trasformarla in una galleria d’arte effimera mescolando pittura, fotografia, scultura, video e suono. La mostra intitolata Studio Berlin riunisce un centinaio di artisti contemporanei tra cui Tacita Dean, Olafur Eliasson, Cyprien Gaillard, Elmgreen & Dragset, Katharina Grosse, Alicja Kwade, Danh Vō e Wolfgang Tillmans, noti per essere visitatori abituali.

Studio Berlin, dal 9 settembre, www.studio.berlin

© Maja Hitij/Getty Image

Mostra sonora allestita l’estate scorsa al Berghain club

Articolo originale di Marina Hemonet pubblicato su AD France 

The post A Berlino, il leggendario Berghain club si trasforma in una galleria d’arte appeared first on AD Italia.

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.