David Zwirner

On Painting: Art Basel Online

Jeff Koons, Gazing Ball (Botticelli Primavera), 2017–2020 © Jeff Koons.

Riflettori puntati sugli artisti che esplorano le tendenze più attuali della pittura, declinate in chiave concettuale e figurativa. 16 le opere selezionate, tra cui spicca un inedito di Jeff Koons. Oltre a lavori di Alice Neel, Chris Ofili, Sigmar Polke, Neo Rauch, Josh Smith, Luc Tuymans, Liu Ye e Lisa Yuskavage.

Regen Projects

Art Basel Online Viewing Room

Regen Projects, Ushuaia Lupine di Wolfgang Tillmans (b), 2010; photo Courtesy: Regen Projects.

Tra gli highlights della galleria californiana ecco nuovi lavori di artisti di caratura internazionale che lavorano con svariati media espressivi. Con nomi del calibro di Doug Aitken, Kader Attia, Marilyn Minter, Catherine Opie, Lari Pittman, Daniel Richter, Gary Simmons, Wolfgang Tillmans, Gillian Wearing, Lawrence Weiner.

Galerie Emanuel Layr

Cécile B. Evans

AMOS’ WORLD di Cécile B. Evans. Photo Courtesy: Galerie Emanuel Layr.

Si chiama AMOS’ WORLD ed è un’installazione video in tre episodi su un complesso residenziale socialmente progressista. Il suo architetto e gli inquilini si allontanano sempre più dalla vita alienante dell’edificio per costruire il proprio network.

Axel Vervoordt Gallery

Kimsooja

Kimsooja, Untitled, 199; Axel Vervoordt Gallery. Photo Courtesy: Art Basel Hong Kong Viewing Rooms and Axel Vervoordt Gallery.

Focus sulla pratica multidisciplinare dell’artista coreana Kimsooja, i cui lavori combinano spesso video, fotografia, suono e installation art. Da vedere opere selezionate da serie emblematiche come Bottari, A Needle Woman e Deductive Object. Tra gli highlight Untitled, installazione ambientale composta da sette anelli di metallo avvolti da tessuti e linee di rame assemblate con fili coloratissimi. 

Ota Fine Arts

Post Art Fair | Online

Yayoi Kusama, Life Shines On, 2019. Photo: © Yayoi Kusama. Courtesy Ota Fine Arts

Dove va l’arte contemporanea asiatica? Quali sono le tendenze e gli artisti da conoscere? Lo raccontano, in una prospettiva storica, opere di Yayoi Kusama, Chen Wei, Maria Farrar, Chris Huen, Tomoko Kashiki, Guo-Liang Tan, Nobuaki Takekawa e Tang Dixin. Nella foto l’installazione Life Shines On di Kusama, una infinity room che evoca uno spazio cosmico apparentemente senza fine.

Sprüth Magers

Sprüth Magers | Hong Kong Viewing Rooms

La galleria offre una selezione di lavori su una grande varietà di media. Tra gli highlight, gli statement di Barbara Kruger, opere che invitano a riflettere su temi forti come potere, politica, desiderio e gender. Come seducenti manifesti con slogan pubblicitari, questi lavori scardinano alcuni tra gli stereotipi più abusati della società contemporanea.

Barbara Kruger, Is blind idealism reactionary?, 2011. Photo: © Courtesy of Artist/Sprüth Magers.

Luhring Augustine

Ragnar Kjartansson

Dipinti e video realizzati dall’islandese Ragnar Kjartansson, performer e visual artist le cui opere comprendono  musica, cinema, video, installation art, pittura, disegno. Molto apprezzato negli USA e in Europa, nel 2009 ha rappresentato il suo Paese d’origine alla Biennale di Venezia. Qui un focus sul concetto di “Romantic Landscape”, presenza costante in molti dei suoi lavori più celebri.

Ragnar Kjartansson, Figures in Landscape (Sunday), 2018; Photo Courtesy: Art Basel Hong Kong online Viewing Rooms.

Galleria Franco Noero

Sam Falls

Con la personale “Tongues in Trees, Books in Brooks, Sermons in Stones“, la galleria Franco Noero, presenta i nuovi lavori di Sam Falls (1984). Dalle tele realizzate “en plein air” con pigmenti puri plasmati dalla luce e agenti atmosferici alle stampe fotografiche dipinte a olio, fino alle ceramiche smaltate incastonate su travi che recano le tracce colorate di fiori e vegetazione.

Sam Falls – Tongues in Trees, Books in Brooks, Sermons in Stones The Merchant of Venice (Act 5, scene 1, line 1), 2020. Photo Courtesy: Franco Noero via Art Basel Hong Kong Online Viewing Rooms.

Stephen Friedman Gallery

Curated Selection

Tra gli highlight, un focus sull’artista britannico-nigeriano Yinka Shonibare, in vista della sua prossima retrospettiva al Museum der Moderne di Salisburgo, nel giugno 2020. Da vedere, tra l’altro, una nuova serie di sculture in bronzo dipinte a mano con l’iconico motivo dei tessuti batik olandesi, cifra stilistica dell’artista.

Yinka Shonibare CBE, Bronze, 2019. Photo Courtesy: Stephen Friedman Gallery via Art Basel Hong Kong Online Viewing Rooms.

Kasmin

Postwar and Contemporary Masters

Una proposta trasversale, che spazia dalla pittura alla design art, attraverso grandi firme di ieri e di oggi. Con opere di Simon Hantaï, Robert Indiana, Alex Katz, i coniugi Lalanne, Robert Motherwell, Bernar Venet, Andy Warhol e David Wiseman.

Claude Lalanne, Lustre 12 bobeches, 2011. Photo Courtesy: Kasmin Gallery.

GALERIE THADDAEUS ROPAC

Galerie Thaddeus Ropac Viewing Room

I collage di Robert Rauschenberg spesso combinano modelli di tessuto con serigrafie, immagini trovate e altri materiali. Questo lavoro del 1990, si fa subito notare per la tavolozza brillante e le trame stratificate e lucenti. Lo propone ora Thaddes Ropac, galleria che rappresenta oltre 60 artisti, con nomi del calibro di Anselm Kiefer, Georg Baselitz, Gilbert & George, Adrian Ghenie, Antony Gormley, Alex Katz, Tony Cragg e Elizabeth Peyton.

Robert Rauschenberg, Rice Wine Dog, Tuak Hudok-Iban (ROCI Malaysia) (1990). Silkscreen ink, gold leaf and fabric on plywood. Photo: © Courtesy Galerie Thaddaeus Ropac.

 

Tanya Bonakdar Gallery

Online Viewing Room 2020

Ispirati dal mondo della scienza, della natura o della cultura creata dall’uomo, gli artisti presenti in questa mostra collettiva, indagano costantemente sulle questioni urgenti del nostro tempo. Tra gli highlight della galleria la recentissima installazione Your connectivity dance (2020) dell’artista Olafur Eliasson. 

Olafur Eliasson, Your connectivity dance, 2020. Photo Courtesy: Tanya Bonakdar Gallery via Art Basel Hong Kong Online Viewing Rooms.

 

GALLERIA CONTINUA

Darkness and Light

Oscurità e luce: è questo il tema della collettiva proposta da Galleria Continua, che ha selezionato, tra le altre, opere di Anish Kapoor, Michelangelo Pistoletto, Pascale Marthine Tayou, Antony Gormley e  Leandro Erlich.

Leandro Erlich, The Cloud (France), 2016, © Leandro Erlich and Galleria Continua via Art Basel Hong Kong online Viewing Room.

 

Fergus McCaffrey

Japan is America

Questa mostra collettiva, che ha debuttato a Fergus McCaffrey New York nel 2019, esplora il complesso rapporto postbellico tra Giappone e America attraverso pratiche e linguaggi artistici che hanno segnato entrambi i Paesi. Tra gli autori: Ed Ruscha, Jasper Johns, Nobuaki Kojima, Robert Rauschenberg, Tomio Miki, Natsuyuki Nakanishi, Ken Price, Toshio Yoshida, Sadamasa Motonaga, and Ishiuchi Miyako.

The post Art Basel 2020 lancia le online viewing rooms: gli highlight della fiera appeared first on AD Italia.

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.