L’Andata Resort & Spa Tenuta la Badiola
L’Andata Resort & Spa Tenuta la Badiola
L’Andata Resort & Spa Tenuta la Badiola
L’Andata Resort & Spa Tenuta la Badiola
L’Andata Resort & Spa Tenuta la Badiola
L’Andata Resort & Spa Tenuta la Badiola
L’Andata Resort & Spa Tenuta la Badiola
L’Andata Resort & Spa Tenuta la Badiola
L’Andata Resort & Spa Tenuta la Badiola
L’Andata Resort & Spa Tenuta la Badiola
L’Andata Resort & Spa Tenuta la Badiola
L’Andata Resort & Spa Tenuta la Badiola
L’Andata Resort & Spa Tenuta la Badiola
L’Andata Resort & Spa Tenuta la Badiola
@Gianni Buonsante

«E adesso, che ne sarà di questa estate?». È la domanda – più o meno smarrita – che ci siamo fatti in molti post Covid-19. Semplicemente, sarà un’estate diversa.
Le priorità dei viaggiatori sono cambiate: al primo posto c’è la necessità di spazi affidabili, che rispettino i protocolli di sicurezza (dalla sanificazione rigorosa all’igienizzazione, fino all’utilizzo delle mascherine) e il rispetto delle distanze di sicurezza e che garantiscano la privacy più assoluta. Il valore aggiunto di queste vacanze? Il distanziamento sociale ‘naturale’, quello possibile solo se le strutture che ci ospitano (che si tratti di hotel, ville o appartamenti) sono ampi, con grandi spazi all’aperto, possibilmente immersi nel verde e nella natura incontaminata.

@Gianni Buonsante

«È  lo spazio il vero lusso che garantiamo ai nostri ospiti», sottolinea Carmen Moretti de Rosa, amministratore delegato della divisione alberghiera della Holding Terra Moretti, TerraMorettiResorts, rappresentata dagli hotel L’Albereta, L’Andana e Casa Badiola; responsabile delle strategie di comunicazione della Holding Terra Moretti; vicepresidente della Holding Terra Moretti.
E i 500 ettari di verde de L’Andana Tenuta La Badiola in Maremma fanno sicuramente la differenza.
Qui le finestre sono sempre aperte, il caffè si beve in terrazza, si passeggia tra i vigneti, si gioca a golf, si fa yoga, si va in bici, si fa sport con il metodo Natked nei parchi circostanti, si può fare la Wine Experience nelle tenute di Petra e Acquagiusta, seguire le nuovissime Wine Class o i corsi di cucina, e si può andare a cavallo. Su prenotazione sono disponibili corsi di equitazione e cavalcate in tenuta, al maneggio o sulle bellissime spiagge in compagnia di esperti professionisti.

Oggi l’intera Tenuta Badiola – non solo il Resort, ma anche Casa Badiola Tuscan Inn – è ora parte di The Leading Hotels of the World, riconosciuta nel novero dell’élite dell’hôtellerie internazionale. Anche la ristorazione è itinerante e all’aperto, dalla prima colazione alla cena, sulle ampie terrazze private, in giardino o tra i filari delle vigne.

Casa Badiola è una garanzia di privacy assoluta: ci sono 14 tra camere e suite, e una piscina privata. Ogni camera ha la vista sul green ed è dotata di una piccola cucina e un piacevole spazio esterno. Legno, pelle, marmo e cavallino, sono tutte arredate con i materiali che sono l’essenza più autentica della Maremma grossetana.

@Gianni Buonsante

IL BENESSERE È A 360°
Oltre ai trattamenti nella Espa de L’Andana dove prenotare il massaggio più adatto alle proprie esigenze, c’è una novità legata alla bellezza e al benessere in generale. Dall’incontro con Maria Candida Gentile, Maître Parfumeur, nasce L’A Buenaonda (che vuol dire buona energia), l’esclusiva linea di beauty amenities, – gel doccia, shampoo, balsamo e crema per il corpo –, che Carmen Moretti de Rosa dedica ai ‘gioielli di famiglia’ – sia L’Albereta che L’Andana.

Interamente formulata in Italia, la linea utilizza solo ingredienti selezionati, ed è la sintesi degli algoritmi della natura tradotti in linguaggio olfattivo. Sostenibile in ogni suo dettaglio, le confezioni sono realizzate con fibre riciclate al 100%.  Non è un luogo, non è un mondo, è un modo – di accoglienza, di sentirsi a casa.  Si dice ‘aria di casa’. In questo caso la casa e il paesaggio si fondono in un unico profumo, molto simile a quello di un abbraccio. Anche solo olfattivo e tattile, di questi tempi.

LE GITE FUORI PORTA  TRA BORGHI, DEGUSTAZIONI E UN TUFFO IN MARE 

A circa 80 chilometri dalla città di Grosseto c’è Pitigliano, uno dei borghi più scenografici della Toscana. Era già un luogo frequentato e abitato sin dai tempi degli etruschi, quando qui furono fondati numerosi insediamenti scavati nel tufo e attestati dalla tarda età del Bronzo. Oggi è una conosciuta meta turistica grazie alla peculiarità del suo centro storico, che ha permesso il suo inserimento nella lista dei borghi più belli d’Italia dell’ANCI. Il caratteristico centro storico è noto come la piccola Gerusalemme, per la presenza epocale di una comunità ebraica che qui aveva la propria sinagoga.

A pochi chilometri da Castiglione della Pescaia c’è la Fattoria Le Mortelle. La tenuta si trova in una posizione straordinaria e affascinante sia per la natura che per la storia dei luoghi che la circondano. La zona è particolarmente adatta alla produzione di vini di alta qualità, il posto ideale dove esprimere al meglio le caratteristiche del terroir e delle varietà coltivate. La proprietà si estende su 270 ettari di cui 170 dedicati alla vite. La cantina ipogea, collocata sulla sommità della collina, è in perfetta armonia con la campagna circostante. All’orizzonte, il mare della Maremma e l’isola del Giglio.

 

Il Mar Tirreno si apre a soli pochi chilometri da L’Andana Resort: l’ideale per gite in barca, alla scoperta di calette e baie, o delle isole vicine. L’Elba, il Giglio e Giannutri (per chi ama le immersioni), Pianosa e Montecristo. Sparse testimonianze della leggendaria Tirrenide sprofondata in mare in epoche remotissime. È la location ideale per cene romantiche a lume di candela nei ristorantini della zona con brezza marina tra i capelli.

@Gianni Buonsante

Tra le experience de L’Andana c’è il Pescaturismo: una giornata a bordo del peschereccio “Sirena” per scoprire angoli splendidi di litorale, ma anche per diventare provetti pescatori. A nord di Talamone si estende il parco dell’Uccellina, che comprende circa diecimila ettari di macchia mediterranea: un posto magico che racchiude natura, storia, tradizioni e piccoli segreti. Qui, sul molo troverete Paolo Fanciulli e con lui, facendo rotta lungo le coste del parco, potrete scoprire il sapore del mare e ripercorrere le tradizioni del mondo della pesca. Una pesca rispettosa dell’ambiente, che non ne altera l’ecosistema, perché, come afferma lo stesso Paolo: “l’amore sconfinato che provo per il mare mi ha portato ad essere consapevole che non dobbiamo sfruttarlo”.

E se non avete nessuna intenzione di muovervi dal resort, potete godervi il sole in una delle 3 piscine (2 esterne e una coperta).

 

 

 

 

The post Un rifugio nel cuore della Maremma a prova di social distance appeared first on AD Italia.

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.