Zaha Hadid Architects: Roatán Próspera Residences
Zaha Hadid Architects: Roatán Próspera Residences
Zaha Hadid Architects: Roatán Próspera Residences
Zaha Hadid Architects: Roatán Próspera Residences
Zaha Hadid Architects: Roatán Próspera Residences
Zaha Hadid Architects: Roatán Próspera Residences
Zaha Hadid Architects: Roatán Próspera Residences
Zaha Hadid Architects: Roatán Próspera Residences
Zaha Hadid Architects: Roatán Próspera Residences
Zaha Hadid Architects: Roatán Próspera Residences
Zaha Hadid Architects: Roatán Próspera Residences
Zaha Hadid Architects: Roatán Próspera Residences

Zaha Hadid Architects insieme a AKT II e Hilson Moran ha sviluppato una piattaforma di architettura digitale per creare le case di Roatán Próspera, ai Caraibi. I progetti residenziali sono una risposta ecologica e sociale specifica al clima, al territorio e alla cultura di Roatán, la più grande delle isole della baia dell’Honduras.

Le case integrano perfettamente la tradizione vernacolare locale delle antiche costruzioni in legno, le esigenze  climatiche e le nuove tecniche di progettazione digitale. Lavorando con AKT II, ​​l’approccio progettuale parte dallo studio della catena di approvvigionamento del posto, della logistica e delle tecniche di costruzione per promuovere l’uso di materiali locali, artigianato e strutture produttive a supporto dell’economia della regione.

Il sistema modulare del progetto si basa sull’utilizzo di legname sostenibile proveniente da foreste certificate in Honduras. Le tecnologie informatiche digitali ottimizzeranno l’uso delle risorse forestali sostenibili per ridurre al minimo sprechi e inquinamento. Questo processo contribuisce anche a ridurre l’emissione di carbonio. Erick A. Brimen, CEO di Honduras Próspera LLC, spiega: «Il design privilegia la sostenibilità ed è parte integrante della nostra visione di Roatán Próspera. L’isola di Roatán è già meta di turisti. Questo complesso abitativo rafforzerà e diversificherà l’economia locale, e al tempo stesso creerà case nel loro ambiente naturale».

Le dimensioni delle unità in legno di base della struttura dipendono dai vincoli del trasporto locale e dalla garanzia di ridurre al minimo le emissioni di carbonio. L’uso di legname leggero, a sua volta, riduce l’intervento sul territorio e protegge la flora e la fauna del posto.

Diviso in un “kit di parti” che viene rapidamente assemblato in loco, l’approccio progettuale è incentrato sulla garanzia che artigiani, commercianti e team di costruzione locali traggano vantaggio anche dalle conoscenze e dall’esperienza acquisite lavorando con le nuove tecnologie. L’obiettivo è anche quello di costruire relazioni durature tra i proprietari delle case e la comunità locale che aiuterà i nuovi residenti a integrarsi con la cultura del posto.

Hilson Moran ha sviluppato un sistema per ridurre al minimo il consumo di energia dell’acqua. La modellizzazione termica dinamica è stata utilizzata per convalidare i parametri di comfort dell’utente finale e il consumo energetico. Ottimizzando le risorse rinnovabili per ridurre il consumo di energia e generare acqua, i moduli sono progettati per essere auto-ombreggiati, aperti e orientati verso la brezza marina per il raffreddamento naturale. I materiali locali e naturali e il suolo forniscono ulteriore raffreddamento agli spazi interni. Se necessario, l’acqua viene rimossa dall’atmosfera per un raffreddamento supplementare mediante deumidificazione. Quest’acqua viene raccolta e filtrata e disponibile per l’uso in ogni casa.

L’approccio di progettazione per la fabbricazione e l’assemblaggio (DFMA) è stato studiato per dare la possibilità di riconfigurare la residenza o riciclare qualsiasi elemento del kit modulare.

La piattaforma di configurazione digitale consente ai proprietari di customizzare le proprie case, connettersi con i fornitori locali, condividere risorse e costi con i vicini e consentire flessibilità per i moduli comuni come l’area giochi per bambini. Tutto questo è possibile sfruttando i benefici della digitalizzazione degli edifici.  Applicando il software di progettazione parametrica sviluppato dal Computational and Design Group presso ZHA (ZHCODE) e dal Computational Engineering Team presso AKT II, ​​(P.ART), la piattaforma garantisce che ogni residenza sia sviluppata specificamente in base alle scelte di ciascun proprietario. Assicura inoltre che ogni casa sia sostenibile utilizzando il minor materiale ed energia possibile durante la costruzione ma anche nel suo funzionamento.

La piattaforma offre anche una scelta di moduli di arredamento integrati e disposizioni spaziali per adattarsi a stili di vita e preferenze individuali. I proprietari di abitazione possono chiedere ai fornitori locali di creare mobili specifici per ogni stanza utilizzando le risorse digitali fornite dalla piattaforma di configurazione, incluso il modello 3D della casa. Il futuro  – sostenibile – è già qui.

The post Le case ecologiche di Zaha Hadid Architects saranno presto realtà appeared first on AD Italia.

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.