Glossario della Moda Sostenibile firmato Condé Nast:

Condé Nast ha il piacere di annunciare il lancio del Glossario della Moda Sostenibile [di Condé Nast], una risorsa globale e autorevole di informazione sulla moda sostenibile e sul ruolo della fashion industry nell’emergenza climatica. Il Glossario si inserisce nell’impegno di incoraggiamento al cambiamento assunto dall’azienda ed è stato ideato con l’obiettivo di rafforzare e sviluppare la comprensione del concetto di sostenibilità, fornendo una chiave di lettura per interpretare termini e temi di crescente importanza nell’ambito della sostenibilità.

Il Glossario della Moda Sostenibile è il prodotto di una partnership con il Centre for Sustainable Fashion (CSF) del London College of Fashion, sotto la University of the Arts London (UAL), arricchito dal contributo dei caporedattori di Vogue e rifinito dal lavoro di revisione svolto da una rete internazionale di studiosi e ricercatori della sostenibilità. Si tratta del frutto di pratiche di ricerca e di formazione esemplari a livello mondiale, costruito sul rigore accademico e sulla prospettiva unica e ineguagliabile di Condé Nast sul settore della moda.

“Portare avanti la sensibilizzazione sulla crisi del cambiamento climatico è fondamentale, ma adesso è diventato altrettanto importante far progredire il dibattito globale sul clima e focalizzarsi su soluzioni attuabili. Nel contesto del dibattito su come rendere la moda più sostenibile, ritengo che nel nostro settore sia necessario disporre di un linguaggio condiviso e una serie di definizioni scientificamente accurate alle quali poter far riferimento. Con l’aiuto dei nostri ricercatori partner, continueremo ad aggiornare il nostro glossario” dichiara Wolfgang Blau, Global Chief Operating Officer e Presidente Internazionale di Condé Nast.

Condé Nast presenta i risultati della valutazione sulle emissioni di carbonio:

Condé Nast ha annunciato oggi la prossima fase del suo impegno di sostenibilità globale a lungo termine, condividendo la propria valutazione di sostenibilità e strategia quinquennale. L’azienda si propone di azzerare completamente le emissioni entro il 2030. Per cominciare, entro il 2021 Condé Nast si impegnerà a ridurre del 20% le emissioni di gas effetto serra (GES) prodotte dall’azienda e del 10% quelle derivanti dalla catena di approvvigionamento digitale e cartacea.

“In Condé Nast crediamo che la salute delle persone, delle nostre imprese e del pianeta si intrecci. Non possiamo preoccuparci dell’uno e ignorare l’altro. Pensiamo anche che la credibilità del nostro giornalismo ambientale dipenda dalla nostra volontà, come azienda, di migliorare le nostre attività e la nostra catena di distribuzione in modo da ridurre drasticamente l’emissione di anidride carbonica e di rifiuti. La nostra strategia di sostenibilità quinquennale dimostra l’impegno dei nostri team in tutti i continenti nel dare l’esempio, nel lavorare con i nostri partner di settore e nell’utilizzare l’influenza globale dei nostri marchi per ispirare l’azione collettiva” ha affermato Wolfgang Blau, Chief Operating Officer e Presidente Internazionale di Condé Nast.

La strategia di sostenibilità quinquennale di Condé Nast coinvolge tutte le aree dell’attività, con l’obiettivo finale di mitigarne l’impronta ecologica globale attraverso la riduzione delle emissioni o, in caso non fosse possibile, la rispettiva compensazione. L’azienda si propone inoltre di incoraggiare i consumatori a compiere azioni climatiche concrete, nonché a promuovere insieme ai propri partner l’adozione di cambiamenti positivi in tutta la catena di approvvigionamento.

The post Condé Nast e l’impegno alla sostenibilità appeared first on AD Italia.

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.