GAE AULENTI: A CREATIVE UNIVERSE
GAE AULENTI: A CREATIVE UNIVERSE
GAE AULENTI: A CREATIVE UNIVERSE
GAE AULENTI: A CREATIVE UNIVERSE
GAE AULENTI: A CREATIVE UNIVERSE
GAE AULENTI: A CREATIVE UNIVERSE

 

Schizzo dell’ingresso della casa e cinema Gustavo Modena in via San Gregorio a Milano, 1957-59.

Ludovico (ma sarà sempre per tutti Vico) Magistretti nasce nel 1920 in una famiglia dove l’architettura è di casa: un bisavolo costruisce il Reale Collegio delle Fanciulle Nobili a Milano; suo padre, Pier Giulio Magistretti, partecipa alla progettazione dell’Arengario di piazza del Duomo.

Per oltre mezzo secolo Magistretti ha pensato oggetti e architetture che hanno contribuito a cambiare il mondo dell’Italia del dopoguerra. I suoi progetti sono senza tempo: nati con il gusto dell’epoca in cui sono stati pensati, rimangono sempre attuali. Sono antiretorici, hanno sobrietà e leggerezza. Non quella di chi non può concedersi altro, ma una misura cercata, voluta, scelta come una visione del mondo.

Leggete la storia completa, un articolo di Alessandra Laudati corredato da foto e disegni d’epoca, a pagina 134 di AD di aprile. Ora in edicola.

Per scaricare la tua copia digitale gratuita di AD (fino al 13 giugno), vai sulla App (che trovi su App Store o su Google Play, clicchi su “Free Pass”, registri il tuo account e inserisci il codice AD4YOU.

The post Nell’universo creativo di Gae Aulenti, tra design e architettura appeared first on AD Italia.

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.