“I’M OK”: Marcantonio x KASC™ x Food For Soul
“I’M OK”: Marcantonio x KASC™ x Food For Soul
“I’M OK”: Marcantonio x KASC™ x Food For Soul
“I’M OK”: Marcantonio x KASC™ x Food For Soul
“I’M OK”: Marcantonio x KASC™ x Food For Soul
“I’M OK”: Marcantonio x KASC™ x Food For Soul
“I’M OK”: Marcantonio x KASC™ x Food For Soul
“I’M OK”: Marcantonio x KASC™ x Food For Soul
“I’M OK”: Marcantonio x KASC™ x Food For Soul

Lo stilista americano Michael Kors porta avanti la sua iniziativa filantropica in collaborazione con il World Food Programme: Watch Hunger Stop. Con “Food is love – share your heart”, Michael Kors presenta la sua capsule collection disegnata per la campagna di beneficienza: per ogni capo della capsule realizzata per l’occasione e per tutto il mese di ottobre, il brand donerà, tramite i canali del WFP, pasti per sostenere i bambini in difficoltà.

Per l’ottavo anno consecutivo, Michael Kors dà il suo contributo alla raccolta di fondi da tradurre in cibo per i bambini sostenuti dal World Food Programme. In particolare, il ricavato dalle vendite della capsule collection “Food is love – share your heart” sarà destinato all’acquisto di pasti per le mense scolastiche dei paesi più a rischio del mondo.

Per ogni LOVE t-shirt o tote bag acquistate dal sito michaelkors.it o nei negozi selezionati, dal 1 di ottobre fino alla fine del mese, saranno donati 100 pasti, l’equivalente di 25 dollari. Per ogni post o story su Instagram  della borsa o della maglietta acquistate pubblicati con l’hashtag #WatchHungerStop, il brand regalerà al WFP 50 pasti, ovvero 12,50 dollari. Lo stesso numero di pasti verrà donato da Kors anche per la pubblicazione di ogni storia su Instagram con il filtro “Share Your Heart” creato appositamente per il progetto. Nella campagna pubblicitaria dell’iniziativa, sono proprio i dipendenti del brand a essere i protagonisti, ritratti negli scatti del fotografo Menelik Puryear.

«L’idea alla base di Watch Hunger Stop è sempre stata quella di creare un collegamento tra le comunità per condividere e concentrare le nostre risorse, le nostre voci e la nostra attenzione per risolvere il problema della fame – spiega lo stilista Michael Kors –  Ora, di fronte a questa pandemia globale, ci rendiamo conto di quanto siamo interconnessi, e questo ha rafforzato la mia la convinzione che tutti noi vogliamo fare del bene e fare la differenza nel mondo».

The post «I’M OK»: quando l’opera d’arte diventa solidale appeared first on AD Italia.

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.