Da Bulgari ad Armani, la moda si mobilita per il Coronavirus
Da Bulgari ad Armani, la moda si mobilita per il Coronavirus
Da Bulgari ad Armani, la moda si mobilita per il Coronavirus
Da Bulgari ad Armani, la moda si mobilita per il Coronavirus
Da Bulgari ad Armani, la moda si mobilita per il Coronavirus
Da Bulgari ad Armani, la moda si mobilita per il Coronavirus
Da Bulgari ad Armani, la moda si mobilita per il Coronavirus
Da Bulgari ad Armani, la moda si mobilita per il Coronavirus
Da Bulgari ad Armani, la moda si mobilita per il Coronavirus
Da Bulgari ad Armani, la moda si mobilita per il Coronavirus
Da Bulgari ad Armani, la moda si mobilita per il Coronavirus

La maschera da sub diventa un respiratore

Tra le sperimentazioni che finora hanno avuto maggior successo, la trasformazione della maschera da immersioni di Decathlon in un respiratore di emergenza. L’idea è venuta all’ex primario dell’Ospedale di Gardone Valtrompia, il dottor Renato Favero, ed è diventata realtà grazie agli ingegneri della giovane azienda bresciana Isinnova, che hanno modificato le maschere grazie alla stampa 3D. Il prototipo – attualmente in fase di sperimentazione – è stato messo a disposizione di tutte le strutture interessate, pubblicando sul sito le istruzioni, e Decathlon Italia ha deciso di donare 10mila delle proprie maschere Easybreath alle Regioni italiane. Utilizzando la stampa 3D, Isinnova è riuscita anche a realizzare delle valvole d’emergenza per i respiratori della terapia intensiva dell’Ospedale di Chiari.

Il container-ospedale

Lo studio di architettura Carlo Ratti Associati e l’architetto Italo Rota – insieme a un team di medici, ingegneri e designer – hanno avuto l’idea di trasformare dei container in disuso in unità di terapia intensiva, che possono essere messe a disposizione degli ospedali per aumentarne capacità ed efficenza. Il progetto si chiama CURA (acronimo di “Connected Units for Respiratory Ailments”) ed è attualmente in fase di sperimentazione a Milano.

Donazioni e iniziative solidali

Molte aziende grandi e piccole stanno dando il loro contributo alla lotta contro il Covid-19 attraverso donazioni e altre iniziative di solidarietà. Westwing sostiene la campagna di raccolta fondi #ViralForGood: per ogni ordine effettuato tra le offerte di Westwing, 1 euro viene devoluto alla Protezione Civile. L’azienda veneta Lago ha donato 50mila euro per l’acquisto di tre ventilatori meccanici destinati ai reparti di terapia intensiva e rianimazione degli ospedali del Veneto, sostenuti anche dalla De Longhi con 3 milioni di euro. Il gruppo Caleffi ha donato 1 milione di euro al Policlinico di Milano e all’ospedale di Borgomanero. Il gruppo Investindustrial, insieme alle sue partecipate (tra cui Design Holding, il gruppo di design istituito con l’aggregazione di Flos, B&B Italia e Louis Poulsen), ha donato oltre 6,5 milioni di euro a diversi ospedali europei, tra cui il Sacco, il San Raffaele e l’Humanitas di Milano, lo Spallanzani e il Gemelli di Roma, e altre strutture italiane. Faber, azienda di Fabriano leader nella produzione di cappe, ha dato sostenuto il territorio marchigiano donando un respiratore agli Ospedali Riuniti Torrette di Ancona.

Tra le aziende che operano nell’edilizia, la milanese Mapei ha devoluto 750mila euro per gli ospedali San Raffaele, Policlinico e Luigi Sacco di Milano, e Kerakoll ha messo a disposizione 100mila euro per di apparecchiature mediche nella provincia di Modena.

Un aiuto alle neo-mamme

Infine, un’iniziativa fuori dal coro che si rivolge ai reparti maternità degli ospedali. L’azienda americana Happiest Baby, fondata dal pediatra Havery Karp, si è resa disponibile a offrire gratuitamente agli ospedali italiani le culle smart Snoo: progettato dal designer Yves Béhar e dagli ingegneri del MIT, Snoo è un lettino di design “intelligente” che dondola in risposta al pianto del bambino, regolando in modo automatico la velocità dell’oscillazione ed emettendo un rumore bianco che favorisce il sonno. Obiettivo della donazione è sostenere le neo-mamme che abbiamo contratto il virus e agevolare il lavoro del personale medico in prima linea per combattere l’emergenza.

The post Da Bulgari ad Armani: la moda per l’emergenza Coronavirus appeared first on AD Italia.

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.