Il salone doppio affacciato sul giardino. Foto di Valentina Sommariva.

La casa è una palazzina su quattro livelli con un piccolo giardino sul retro. «L’ho scelta perché volevo uno spazio all’aperto per Robertino, il mio Blaylock Kennel», racconta Giampiero Bodino, il padrone di casa. L’edificio, anche se ristrutturato (in modo sapiente, da Renzo Mongiardino insieme a Roberto Peregalli), aveva mantenuto il sapore dell’epoca. Bodino ne ha reso più leggera la decorazione e l’ha riempito di oggetti e di sculture, sua grande passione.

I primi spazi che si incontrano sono quelli aperti alla convivialità, più di rappresentanza: il salone doppio, la sala da pranzo al piano inferiore (da entrambi si accede al giardino). Poi si sale e gli ambienti sono via via più privati: la camera degli ospiti e il guardaroba del padrone di casa, poi all’ultimo piano la sua camera da letto e il suo studio.

Leggete la storia completa, con fotografie di Valentina Sommariva, a pagina 110 di AD di aprile. Ora in edicola.

Per scaricare la tua copia digitale gratuita di AD (fino al 13 giugno), vai sulla App (che trovi su App Store o su Google Play, clicchi su “Free Pass”, registri il tuo account e inserisci il codice AD4YOU.

The post La bellezza di Milano: gli edifici da (ri)scoprire appeared first on AD Italia.

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.